Terremoto

Guardate che bell’articolo che c’è sul Corriere Online a proposito di un terremoto.
corriere

Sembra quasi che abbiano usato un programma di traduzione automatica per generare quel testo.
E’ sconcertante come possano pubblicare roba del genere.. o se preferite è sconcertante che un esperto possa dirle, se non sono frutto di un marchiano errore del giornalista. Giornalista che non si documenta ed è pure decisamente ignorante (e si offenda pure, se crede).

Prima di tutto, l’epicentro di un terremoto è il punto sul terreno da cui esso ha origine, contrapposto all’ipocentro che è il suo corripondente all’interno della crosta terrestre. Essendo un punto, l’epicentro non può avere una “potenza”, cosa che invece può avere il terremoto.

Secondariamente, la “potenza” dei terremoti si misura sì in gradi, ma non centigradi (quelli si usano per misurare la temperatura), bensì in gradi della Scala Richter, dal nome del suo ideatore Charles Richter; come dice l’articolo di Wikipedia, essa però non misura esattamente la “potenza” ma la “magnitudo”, ovvero la quantità d’energia sprigionata, ma bene o male è la stessa cosa. L’altra scala che si usa per misuare gli effetti, e non la potenza dei terremoti è la Scala Mercalli, che si basa appunto sull’osservazione empirica degli effetti del terremoto, che quindi è puramente indicativa e abbastanza inutile, essendo legata a numerosi parametri, ad esempio, lo stato degli edifici.

Quindi, se a proposito di un terremoto qualcuno usa l’espressione grado, sicuramente si sta riferendo ad una delle due scale qui sopra nominate, e non certo ai gradi centigradi. E se per caso mi sembrasse di aver capito “gradi centigradi”, sicuramente avrei capito male. Ma d’altra parte è normale, sempre a proposito di gradi, i giornalisti confondono puntualmente il “tempo atmosferico” con il “clima” usando i due termini indifferentemente e uscendosene con perle tipo “il clima di oggi in italia è soleggiato”.

E’ veramente sconcertante.

One thought on “Terremoto

Comments are closed.