Il Disinformatico e le scie cOmiche ;)

Ormai leggere i commenti al post che citavo qui sulle “scie chimiche” di Paolo Attivissimo sta diventando un passatempo estremamente divertente.

Si, perchè uno dei “teorici del complotto” ha deciso di postare numerosi commenti, con toni che vanno dal denigratorio al minaccioso, tanto che Attivissimo ha deciso di incontrarlo, al solo scopo di vedere se anche di persona riesce ad essere altrettanto insolente e insultate.
Bene, la semplice organizzazione di quest’incontro si è rivelata più complicata della trattativa per liberare un aereo dirottato, ed ormai la coda dei commenti ha superato i 400(!), quasi tutti ironici (alcuni molto divertenti) sull’assurdità di tutto quanto.

Leggendo i commenti viene fuori che c’è tutto un sottobosco, online, di complottisti, che organizzano riunioni, convegni, dibattiti e gestiscono una rete di blog piuttosto estesa. Naturalmente ci sono anche gli anti-complottisti, che fanno altrettanto, scatenando diatribe a distanza, da un blog all’altro e con commenti incrociati, piuttosto simpatiche anche se alla lunga direi noiose.

La cosa che però stupisce è quanto tutto questo sia autoreferenziale: da una parte si citano le cavolate dei complottisti puntualmente sbugiardate, dall’altra si citano le sbugiardate tentando di dimostrare l’esistenza del complotto…

Dato che si tratta di sostenere tesi indifendibili, i complottisti finiscano nel giro di pochi messaggi a cambiare argomento, cancellare risposte scomode, fino all’insultare o “minacciare” (tra virgolette, prima che qualcuno si offenda e che scriva al mio provider 😉 ) gli altri e produrre foto e filmati (e perfino titoli di studio, a quanto pare) evidentemente alterati e ritoccati, arrivando anche ad ammetterlo pubblicamente così da poter provare che gli altri siano pronti a screditarli!