Windows 7: personalizzazione

Se non vi bastano le numerose opzioni che già Windows 7 fornisce per personalizzare il suo aspetto e funzionamento, potete ricorrere ad alcuni piccoli programmini creati a questo scopo.

Andiamo con ordine e iniziamo da Ultimate Windows Tweaker. Questo programma si “limita” a raggruppare un pò tutte le opzioni più o meno nascoste dai vari moduli del Pannello di controllo. Potete leggere tutte le informazioni sul programma presso il sito Windows Club. Consiglio comunque di impostare un Punto di Ripristino di sistema (dal modulo Sistema in Pannello di Controllo) prima di fare qualsiasi cosa.

Il secondo programma che, se amate le personalizzazioni, potrebbe tornarvi utile è qualcosa per consentire di installare i Temi di windows. Per qualche ignoto motivo, dai tempi di XP, Microsoft ha deciso che i temi (le modifiche alla grafica, oltre che ai colori di Windows) debbano essere firmati digitalmente da loro. La scelta ha fatto nascere decine di soluzioni per inserire una patch in modo da far ignorare a Windows la firma digitale dei temi, e UxStyle appartiene a questa categoria. La bella notizia è che invece di patchare un file di sistema su disco, agisce quando esso viene caricato in memoria, riducendo i rischi di danneggiare il file stesso.

Il terzo tool non è propriamente rivolto alla personalizzazione, ma consente di aggiungere nuove funzionalità. Si tratta dell’ottimo Deskpot, che permette di avere anche in Windows una funzione di Desktop Virtuale, come è possibile da anni nei window manager di derivazione Unix. Esistono anche altri programmi free dalle stesse funzioni (su Vista usavo Vista & XP Virtual Desktop), ma Desktpot su 7 è decisamente più stabile.