Skype, la nuova frontiera dello spam

Ebbene si, non solo il 95% delle email scambiate è spam (dal rapporto dell’ENISA) ma ora anche i network di messaggi istantanei (dopo i Social Network Facebook e Twitter) vengono utilizzati per veicolare messaggi pubblicitari fastidiosi e indesiderati.

Ogni tanto mi arrivano messaggi di spam che promuovono vari siti, da quelli di incontri a quelli che mi offrivano un dottorato in USA. Io solitamente mi affretto a bloccare l’utente e a senglarare l’abuso ai gestori, ma molti credo che semplicemente cancellino il messaggio. Chiaramente è sempre meglio segnalare, esattamente come è bene farlo per le pagine di Facebook che promettono guadagni impossibili solo rimanendo online o fantomatiche applicazioni in cambio della lista dei vostri contatti.

Poi vabbè ci sono le perle, anzi i perla, tipo il phisher principiante di cui ho parlato ieri 😀 che tra l’altro deve aver mandato in giro una bella quantità di mail, dato che alcuni visitatori sono arrivati qui proprio cercando il suo nome o l’url della sua pagina su Google.

PS: trattasi di post inutile