HTC Tattoo minirecensione

Mi sono tolto uno sfizio e dopo qualche problema con la carta di credito, finalmente sono riuscito a comprarmi uno smartphone. Basico, ma uno smartphone..

Come potete intuire dal titolo, si tratta dell’HTC Tattoo, la cui caratteristica fondamentale, oltre al prezzo non eccessivo, è la presenza di Android come sistema operativo. Dal sito del produttore ecco le specifiche complete.

Come tutti gli HTC “nuovi” ha l’interfaccia proprietaria Sense, caratterizzata da grossi “gadget” graficamente molto curati, che sostituisce la più “spartana” interfaccia standard di Android, senza particolari problemi di prestazioni.

Vediamo ora in breve i pro ed i contro di questo mio nuovo acquisto:

Pro

Sicuramente peso e dimensioni, veramente tascabili. Personalmente sono abituato a telefoni a conchiglia, quindi mi sembra un pò strano usare una cosa larga e piatta per telefonare, soprattutto mi fa strano non riuscire ad incastrarlo tra spalla e orecchio come facevo prima.

Interfaccia: Sense è abbastanza intuitiva da usare, si capisce tutto praticamente senza usare il manuale. In più ha numerosissime possibilità di personalizzazione, forse addirittura eccessive.

Velocità: il terminale è sempre reattivo, solo un paio di volte è sembrato “addormentarsi”.

Display(1): nonostante la tecnologia con cui è realizzato e le dimensioni, il display ha un’ottima visibilità al chiuso.

Dotazioni: il telefono è dotato di scheda wireless 802.11-g, accelerometro, A-GPS e Bluetooth (che purtroppo merita un discorso a parte, nei Contro).

Networking: il sistema operativo permette di collegare i contatti nella rubrica con Flickr, Facebook e Contatti Google.

Integrazione coi servizi Google c’è praticamente un’applicazione per ogni servizio mobile di Google. A dire la verità l’integrazione è talvolta un pò invadente, e specie nella configuraizone base che si autoaggiorna, anche affamata di corrente.

Contro

Autonomia della batteria: dura veramente pochissimo. Ok che spinto dalla curiosità per il nuovo giocattolo l’ho usato tantissimo, ma trovare la batteria già quasi sul “rosso” dopo 20 ore mi sembra un pò esagerato. Sicuramente ci sono delle strategie per ridurre il consumo, le scoprirò usandolo.

Sensibilità della tastiera su schermo: specie se digitate coi pollici. é molto facile “tappare” il tasto sbagliato, specie usando la tastiera QWERTY in modalità verticale (più stretta).

Applicazione di invio SMS: quella standard di HTC sfrutta lo spazio sul display in modo assolutamente poco ottimale, relegando a una piccolissima casella l’area di composizione, col tasto invia decisamente troppo vicino alla tastiera virtuale: è facilissimo (e costoso -_-) inviare messaggi incompleti per aver toccato inavvertitamente il tasto. Girando il telefono la situazione migliora un pò.

Rubrica contatti: ha decisamente troppe funzioni ed è un tantino disorganizzata, le prime volte ci si perde.

Display(2): la visibilità all’aperto, specie indossando occhiali da sole, è decisamente scarsa.

Infine, il difetto forse più importante e fastidioso (e sottovalutato dalle recensioni che ho letto finora): il Bluetooth non supporta la connessione dati. Per usare il telefono come modem o semplicemente trasferire file dalla MicroSD in dotazione, occorre obbligatoriamente usare il cavo USB. Il pairing ad altri dispositivi (cuffie, auricolari, vivavoce, ecc..) è possibile, ma non potete ad esempio usare il BT per trasferire una foto o un file vCard, essendo di fatto obbligati ad usare o la rete wireless o inviare un MMS.

HTC e il team di sviluppo Android sostengono d’essere a conoscenza del problema e di aver pronta la soluzione, che verrà distribuita con l’aggiornamento alla versione 2.1 di Android, si spera a breve. Il “difetto” è, a quanto pare, legato ad Android ed è presente in tutte le versioni inferiori alla 2 (quella del Nexus One). Spero veramente che la patch arrivi presto, altrimenti ci sono tutti gli estremi per una richiesta di rimborso e di risarcimento danni per aver venduto un prodotto che presenta un vizio occulto..

Giudizio finale: ottimo acquisto, anche se con 50 euro in più potete acquistare un Acer Liquid, con lo schermo più grande e già Android 2.0. Dovete rinunciare all’integrazione con Facebook e Flickr, ma potrebbe non interessarvi.

Come voto direi 7, tuttavia se non ci fosse stato il problema col Bluetooth sarebbe stato un meritatissimo 9.

2 thoughts on “HTC Tattoo minirecensione

  1. genxha says:

    Devo provare ChompSMS, onestamente mi trovo abbastanza bene con l’applicazione fornita..

    Si, forse qualcosina per ampliare le funzioni del TTS sarebbe carino.

    Per ora ho messo SayMyName che mi sembra comodo: legge il nome di chi chiama o manda SMS. Un tantino invadente ma comodissimo ad esempio in auto.

  2. Diego says:

    Stesso terminale da un paio di mesi, concordo su tutto.
    Anche se del Bluetooth per lo scambio dati non ne sento particolarmente la mancanza.

    Piuttosto mi piacerebbe un’applicazione di messaggistica (sms, ma magari anche chat) vocale, che permetta la scrittura e la lettura dei messaggi, da usare ad esempio quando si è alla guida.
    A tal proposito ho visto che chompsms (ma anche handcent) fanno la lettura, manca la parte di riconoscimento vocale….

Comments are closed.