Obbligati a scegliere

Ieri, con gli ultimi aggiornamenti di Windows 7 m’è apparsa la schermata di scelta del browser.

Questa finestra, imposta da una sentenza dell’UE a Microsoft, presenta 12 browser web “alternativi” a Internet Explorer, ed esorta l’utente a sceglierne uno. Come se non bastasse elimina l’icona di IE dalla barra delle applicazioni di win7 (se c’è) indipendentemente dalla scelta fatta (che comprende anche mantenere IE).

Ora, vediamo di scrivere un commento sensato a questa cosa che ritengo (e non solo io) totalmente assurda. Per prima cosa, i 12 browser sono presentati in ordine casuale, ma nella schermata ci stanno solo sei opzioni. Ci sono quindi buone possibilità che nessuno arrivi mai a vedere i sei nella metà destra della schermata (anche perchè pochissimi usano la barra di scorrimento orizzontale).

Tralasciamo il fatto che l’utonto medio, posto di fronte ad una scelta, non farà altro che chiudere la finestra ignorandone il contenuto, per poi ritrovarsela ad ogni avvio della macchina, quando la ignorerà nuovamente cliccando Chiudi, lamentandosi che “Windows fa schifo”.

L’altra idiozia totale è che, ma questo l’utonto non lo saprà mai, di questi 12 browser, ben 4 utilizzano il motore di rendering di Internet Explorer (senza installarlo, per motivi di licenza, ma utilizzando i file presenti sul PC).

Nel dettaglio (warning: geek zone):

  • Apple Safari
  • Avant Browser
  • Flock
  • Google Chrome
  • GreenBrowser
  • K-Meleon
  • Maxthon
  • Mozilla Firefox
  • Opera
  • Sleipnir
  • Slim Browser
  • Windows Internet Explorer

Apple Safari e K-Meleon usano Webkit come motore di rendering, Opera e Chrome ne usano uno proprio, Flock, Mozilla Firefox e (forse) Green Browser usano Geko, mentre Avant, Sleipnir, Slim Browser e Maxthon usano tutti Internet Explorer per visualizzare le pagine.

Ora, se qualcuno mi spiegasse come cavolo fa una “cornice” diversa dello stesso browser ad infastidire o a favorire in qualche modo Microsoft ne sarei felice.

Questa trovata dell’UE fa capire una volta di più quanto i politici siano “scollegati” dal mondo reale, soprattutto quando si parla di nuove tecnologie.

Se fosse stata fatta una proposta del genere per, che so, i distributori di benzina o le società di telefonia il risultato sarebbe stato una sonora risata da parte di chiunque: immaginate che sotto l’insegna del distributore ci sia una lista di tutte le altre compagnie di distribuzione, con tanto di prezzi. O che quando telefonate col cellulare un messaggio vi ricordi che esistono altri gestori telefonici.

Sarebbe assurdo e ridicolo, invece per quanto riguarda l’informatica e soprattutto la malvagia Monopolista Microsoft la cosa viene accolta con enorme favore. Gente, anche Apple regala Safari nel suo sistema operativo! Mi direte “ma OSX non ha il monopolio”… e invece ce l’ha, dato che tutti i Mac lo montano e non è possibile scegliere un sistema alternativo (sebbene Linux giri benissimo sui Mac, ma è meglio non dirlo troppo forte…).

E poco importa se Microsoft ha avviato alcuni progetti Open Source mentre Apple costringe al reverse engineering i programmatori che vogliono usare l’accelerazione delle schede grafiche nei propri programmi (motivo per cui Flash gira così male sui Mac). Come se non bastasse la Malvagia Microsoft pubblica documentazione abbastanza completa sulle API di Windows, mentre sul Mac se vi serve sapere come funziona la versione a linea di comando di NetInfo vi dovete semplicemente arrangiare..

Insomma, niente di nuovo sotto il sole, nesusn vantaggio per gli utenti (anzi un grattacapo in più), nessun vantaggio per gli sviluppatori di browser “alternativi” (Bisogna poi vedere quanto sono affidabili e quanto funzionano) e nessuno “svantaggio” per Microsoft, che continuerà ad avere la posizione di mercato che ha perchè, fondamentalmente, le alternative che ci sono non sono ancora vere alternative. E non per colpa di Microsoft.

4 thoughts on “Obbligati a scegliere

  1. Gio says:

    anche Apple regala Safari nel suo browser!

    sul suo OS casomai…cmq hai ragione, molti manco sanno cosa è windows se non che è schifosa perchè il loro windows pirata gira male su un hw vecchio di 5 anni dove quell’os non dovrebbe neanche essere piu istallato.
    Ma lo sai come la penso, su disinformatico abbiamo discusso con altri….

  2. genxha says:

    E ora è pure uscito l’iPad. Che non si capisce perchè sia rivoluzionario..

    Beh si, si capisce: costa tanto e fa poco.

  3. gabrybabelle says:

    condivido in pieno,”le guerre” che faccioo sui S.N con coloro che difendono a spada tratta il Mac mi hanno lasciato il segno e si che uso qualunque S.O. Valli a capire questi che sulla rete hanno da farsi guerre su guerre per difendere un prodotto NON loro,e non accettando che tanti abbiano altri gusti,si viene sempre tacciati per deficienti e hai voglia a scrivere che ognuno deve essere libero di usare ciò che più gli aggrada e non per questo sono autorizzati a pensare che sei un cretino e loro il Maximo informatico,uff!

Comments are closed.