Straker il fisico

Si, sarebbe il terzo post oggi, ma non ho niente di meglio da fare che scrivere online 😀

La fisica secondo Straker

Nel post qui sotto vediamo che Zret (e non Straker come ho scritto) non conosce la geografia, invece in questo qui vediamo che Straker è ignorante in fisica e ottica.

Cominciamo dall’inizio… “il blu è uno dei colori dello spettro che l’uomo riesce a vedere“. Già, quelli che non riesce a vedere infatti non sono colori. Ma è una semplificazione tutto sommato accettabile. Ma non è sicuramente “quello con la lunghezza d’onda più breve“, che è il violetto (casualmente al sotto di quella lunghezza d’onda si chiamano raggi ultravioletti e non ultrabluetti), in compenso ha indovinato il valore della lunghezza d’onda.

“E’ uno dei tre colori primari”, vero. Ma gli altri due non sono il giallo ed il rosso.

Se parliamo di luce, caro Rosario, i colori primari sono tre. Rosso, Verde, e Blu, ma ovviamente tu hai pensato a RGB e l’hai tradotto con Rosso Giallo e Blu. Diversamente i colori sono sempre tre e sono Ciano, Magenta, Giallo, che stranamente sono i complementari dei tre precedenti. Nella pratica poi si aggiunge il nero, ottenendo i metodi RGB e CMYK (chissà che significa K se lo chiediamo a Straker..). Poi c’è anche il metodo HSB (Hue, Saturation, Brightness) che identifica i colori con due coordinate lineari ed una angolare. Ma questo esula dal nostro discorso. 

Dimostrazione...

Come si vede dallo schema, ogni tipo di sintesi dà come somma i colori dell’altra.

Ora veniamo al colore dell’atmosfera, ovviamente non è come scrive Straker, bensì:

Nell’attraversare l’atmosfera, la maggior parte della radiazione di maggior lunghezza d’onda prosegue la sua traiettoria rettilinea. La luce rossa, arancione e gialla viene influenzata solo in minima parte dalla presenza dell’aria. Al contrario, la luce blu è diffusa in tutte le direzioni. In qualunque direzione si osservi, parte di questa luce giunge ai nostri occhi. Il cielo, pertanto, appare blu. [http://www.bo.astro.it/sait/spigolature/spigo402base.html]

Il che è precisamente il contrario di quanto scrive Straker. Se fosse come scrive lui, infatti anche il tramonto sarebbe blu. Invece è arancione perchè aumentando lo “spessore” di atmosfera da attraversare, l’aria (ma soprattutto l’acqua sospesa in essa) inizia comportarsi come un prisma. Avete presente la copertina di The Dark Side of the Moon?

Ma la dose di baggianate non è ancora finita!

Secondo Marcianò il cielo è bianco per le nanoparticelle metalliche. Certo, quindi prima del 1990 (o del 2000, ora i complottardi si sono aggiornati), in cui secondo loro non c’erano scie chimiche, il cielo non era mai bianco. La realtà invece è (non poteva essere altrimenti!) è un tantino diversa.

Le nuvole e la nebbia ci appaiono bianche perché consistono di particelle più grandi delle lunghezze d’onda della radiazione visibile, e diffondono tutti i colori allo stesso modo.  [http://www.bo.astro.it/sait/spigolature/spigo402base.html]

Per questo stesso fenomeno le goccioline d’acqua nebulizzate dagli spruzzatori, con la luce incidente, mostrano l’arcobaleno. E l’arcobaleno medesimo appare in cielo.. Ma secondo Straker, anche quello è dovuto alle scie chimiche.

Ma le analisi, a quanto si vede, non servono. Già, com’è evidente che Rosario è ignorante e non capisce quello che legge (se e quando lo fa).

7 thoughts on “Straker il fisico

  1. genxha says:

    Probabilmente gli manca la bandierina 😀 Provo a controllare cos’ha..

    La cosa più bella è che commentando da questa macchina mi mette automaticamente nello spam!

  2. divilinux says:

    INvolontariamente ho scoperto un bug del plugin di wordpress? Scrivo dal Brasile ma non si vede nessuna bandierina attinente..
    🙂

    Al di la di questo, complimenti per il blog.

  3. genxha says:

    @PalleQuadre: appena ho tempo gli dò un occhiata. C’è anche da dire che io coi colori mi guadagno il pane, quindi son piuttosto esperto.

  4. PalleQuadre says:

    Decisamente molto più tecnico della mia osservazione, spero di non aver scritto qualche cazzata a sto punto. se ti capita di leggere il mio post e ci trovi inesatezze corregimi

Comments are closed.