Gente noiosa

Purtroppo per me da un pò di tempo sono tornato a usare Facebook. E vabbè c’è gente simpatica con cui ho contatti solo tramite quel coso, peccato che mi debba sorbire anche la gente noiosa..

Gente noiosa che si divide in alcune categorie ben precise, a loro volta raggruppabili in macrogruppi, ne riporto alcuni, in un elenco non per nulla esaustivo, anzi se mi date dei suggerimenti li aggiungo volentieri:

Gli uffici stampa

Sono quelli che condividono ogni minima notizia trovano, generalmente con commento molto negativo. Poi non importa se la notizia è una bufala, loro la condividono “tanto che male fa, anche se non è vero nel caso particolare ci sarà qualche volta che è successo così”.

Gli sveglini

Sono quelli (di solito complottisti o semplicemente ignoranti come sanpietrini) che concludono ogni post, che può anche appartenere al gruppo precedente, con SVEGLIAAA11!!1!!1!!!!!11!1 o espressioni equivalenti.

I comparatori

Quelli che postano notizie, di solito inventate di sana pianta o con interpretazioni molto personali di statistiche esistenti, generalmente correlate da cose che vorrebbero essere infografiche e invece sono tabelle fatte col Paint) in cui si fa il confronto tra Italia e qualche altro Paese straniero, giusto per far capire che l’Italia fa schifo.

I colpevolisti

Ovvero quelli che hanno scelto una persona o una istituzione come “colpevole” e gli addossano la responsabilità di ogni nefandezza, dando a intendere che gli altri siano santi scesi in terra.

Gli urlatori

Quelli che iniziano o finiscono i post con VERGOGNA!!!!!1!!!!!11 BUFFONI!!1!!!!!1!!! o altre cose a scelta.

I grullini

Sono i fan di Beppe Grillo. Riescono incredibilmente a raggruppare le categorie precedenti in un unico, fastidiosissimo contenitore. Aggiungono a tutto la ridicola abitudine di scrivere “eh ma gli altri facevano peggio” quando gli si fa notare qualche cosa che non va nell’operato del loro beniamino.

I complottisti

Quelli per cui tutto dipende da qualche occulta macchinazione di misteriose organizzazioni supersegrete sovranazionali (e anche interplanetarie) che  hanno scoperto cercando su google. Anche questi raggruppano talvolta tutti i precedenti.

[Edit del 25/03]

Gli alternativi

Sono quelle persone che postano link con mirabolanti teorie o interpretazioni “alternative” delle cose ovvie, quasi sempre provenienti da siti spazzatura tipo “lo sai” o “segnidalcielo”, che so, l’auto ad aria, il moto perpetuo magnetico, il fatto che si possano usare soldi del Monopoli come soldi veri, l’ineleggibilità di Berlusconi… insomma queste cose qua. Poco importa che siano delle vaccate di dimensioni ciclopiche.

I finti curiosi

Quelli che postano domande cretine tipo “ma quelle scie degli aerei a me non sembrano normali, è vero?” di cui conoscono perfettamente la risposta. O meglio conoscono perfettamente la LORO risposta, che nel 99,9% dei casi è una boiata complottista. Uno ci si mette anche d’impegno a scrivere una risposta semplice, ma ovviamente è inutile, tempo due repliche e sono in pieno delirio complottista.

Gli smielati

Chi posta immagini che non c’entrano granché con le frasi fatti da Baci Perugina che seguono. Spesso le frasi sono attribuite all’autore sbagliato o inventate completamente. Sono per fortuna la categoria meno noiosa. Esiste però un’altra categoria simile a questa e  fastidiosissima:

I citazionisti

Ovvero quei noiosissimi e fastidiosissimi individui che pubblicano citazioni di frasi altrui, quasi sempre attribuite all’autore sbagliato, decontestualizzate e fuori luogo commentando “eh, eh, vedete???!?!!!!! L’ha detto pure Einstein!!!!!1!!!!!!!111 SVEGLIAAA!!1!!1!1!!!!!11!!!!!”. Il bello che il più delle volte, se non sempre, non hanno manco capito cosa stanno citando. Costoro possono racchiudere elementi di tutte le categorie elencate qui sopra.

2 thoughts on “Gente noiosa

  1. Claudio Z says:

    Grande! Io aggiungere anche la categoria degli SBOCCATI:
    quelli che quando credono di aver ragione ( e per l’amor di Dio magari ce l’hanno) si sentono autorizzati a lasciarsi andare ad un profluvio di volgarita’ e di insulti aggressivi del tipo: ” tanto hai la tua idea del cazzo” o iniziano dicendo “Di grazia” per poi continuare ” dove/cosa cazzo” o “hai già ammesso d’aver detto una cazzata”. Diciamo gente tipo Sgarbi, grande cultura artistica e non solo ( apprezza la cucina e il movimento Slow Food di petrini) ma che non conoscono le buone maniere. In bocca al lupo per la tua professione

    1. genxha says:

      Personalmente il turpiloquio non mi infastidisce più di tanto: senza eccessi dà colore e spontaneità alla scrittura. Ma effettivamente capisco che possa dar fastidio.

Comments are closed.