Synology DS115 NAS

A Febbraio di quest’anno decido di comprare un nuovo NAS dato che il mio fedele Western Digital Mybook White inizia ad avere molto poco spazio disponibile (ed è lentissimo a lavorare coi dischi USB), quindi decido di prendermi la versione aggiornata, il MyCloud, peccato che per un update finito male mi sia ritrovato con un nuovo fermacarte.

Ma non mi perdo d’animo e mi armo di cacciavite: smonto il disco, recupero i dati e mi compro il NAS del titolo, Synology DS115. Ammetto che sono stato attratto più dal prezzo che dalle caratteristiche, dato che è un NAS di fascia bassa. Ad ogni modo, il software è lo stesso dei fratelli maggiori, sulla carta la cosa promette molto bene: download diretto FTP, HTTP, Bitorrent, eMule, accesso remoto da internet, server DLNA, archivio foto, musica, streaming, upload su Youtube. Otttime premesse, ma su questo tornerò dopo.

Sfortunatamente le cose non vanno così bene come mi aspettavo: Praticamente tutte le funzioni che ho provato hanno qualcosa che definirei senza problemi show-stopper: un difetto insomma che le rende tra l’inutile e lo scomodo.

Il downloader bittorrent, per esempio non permette di impostare le blacklist dei server, cosa piuttosto importante dato che lo sport preferito delle forze dell’ordine su Internet è farsi i fatti altrui. Poco male, aggiungendo Java e un altro paio di pacchetti si può installare Transmission. Peccato che in questo modo una delle funzioni integrate diventa perfettamente inutile.

Video Station supporta solo alcuni formati video (quelli un po’ datati o esotici li digerisce molto male)

Photo Station… beh dovrebbe essere un sistema di gestione delle gallerie di foto. E’ scomodo, complesso, non si capisce come si configura o si usa e… e ora arriviamo all’upload su Youtube. Sarebbe ottimo, visto che con la mia ADSL a carbonella mettere su 10 minuti di video per il mio pseudo canale di gaming richiede alcune ore, niente di meglio che farlo fare al NAS. Anzitutto, è Photo Station e non Video Station a gestirlo, e già qui uno comincia a grattarsi la testa e chiedersi perché. Come se non bastasse l’upload funziona solamente se il vostro account youtube ha un solo canale. E apparentemente se create dei canali, poi non potete più eliminarli. Io ho due canali, e non posso usare quell’uploader. Ovviamente di questa limitazione non c’è alcuna traccia sulla guida dell’utente, l’ho dovuto scoprire dopo un ping pong di due settimane con l’assistenza tecnica. Gentilissimi, ci mancherebbe, ma dirmelo subito?

Insomma, voto globale del “coso” 5/10.