Overwatch – Closed Beta

 

Ho avuto occasione di provare Overwatch, il FPS della Blizzard in anteprima, in quanto sono stato selezionato per la Closed Beta.

Facendo il  tutorial emerge subito una cosa: tutto il gioco è incentrato sulla semplicità.

Questa semplicità è voluta ed è apprezzabilissima, dato che come tutti i giochi del genere, Overwatch è estremamente veloce e frenetico. I comandi, attacco primario, attacco secondario, corpo a corpo e due abilità speciali, una “istantanea” con un breve tempo di carica e una più potente con tempo più lungo sono assolutamente alla portata di tutti.

Come in tutti i giochi a squadre c’è da “farci la mano” ed imparare a conoscere i vari personaggi e le loro peculiarità. I personaggi sono una ventina, le squadre sono composte da cinque giocatori ciascuna e dovrebbero comprendere precise tipologie di personaggi.

Ogni personaggio ha un set di abilità diverse ed è bene averne almeno uno per tipologia in squadra.

All’inizio della partita potete scegliere liberamente che personaggio utilizzare e quando il personaggio muore (ed è facile che succeda) potete cambiare personaggio premendo H.

Alla Blizz hanno preparato una serie di filmati con le abilità dei vari eroi:

. Se non ve ne ricordate qualcuna, la lista e una breve descrizione è consultabile in qualsiasi momento del gioco premendo F1. Ovviamente se lo fate durante il gioco finirete a dover scegliere un altro personaggio entro breve 😉 .

Carina l’idea dell’Highlight: quando morite vi viene mostrato un filmato degli ultimi secondi di vita del vostro personaggio.

Le modalità di gioco sono principalmente tre:

  • partita contro altri giocatori, classico gruppo scelto casualmente,
  • partita contro l’A.I. che in questa fase iniziale della beta non mi funziona, ho scritto sul forum e sto aspettando una risposta
  • evento settimanale, che, almeno a quanto ho visto, è una serie di partite “normali”.

C’è poi una modalità “personalizzata” con cui creare partite personalizzate con 10 giocatori, che possono essere giocatori umani o A.I. e fino a 5 spettatori.

Giocando, non importa se cambiate personaggio, aumentate di livello e potete sbloccare ricompense alla fine delle partite quando la vostra squadra vince. Queste ricompense sono principalmente “cosmetiche”: sbloccano nuove emote, animazioni dei personaggi in caso di vittoria, icone del giocatore, ecc.. Presumibilmente verrà attivato un negozio in cui acquistarne altre. Il gioco dà una chat classica testuale ed una vocale, che per ora non ho ancora provato, ma farò quanto prima.

Non sono esattamente appassionato del  genere, il mio ultimo FPS multiplayer è stato Call of Duty. Il primo. Ah si e Team Fortress II.. C’è da dire che attualmente sto provando Ghost in the Shell – First Assault, FPS dedicato alla serie anime e manga, quindi ho un termine di confronto anche recente. e beh Overwatch è simile a tutti questi ma con interessanti punti di differenza.

Una particolarità è che non c’è una vera e propria storia.

Non c’è nemmeno un filmato di presentazione all’inizio, non so bene se dipenda dal fatto che sia una beta o sia una scelta precisa, anche se una intervista che ho letto sembra confermarlo.  Gli sviluppatori vogliono deliberatamente evitare di appesantire il gioco con troppe cutscene che guardi una volta e poi salti, puntando a una narrazione “crossmediale”; infatti hanno pubblicato già dei video che raccontano i retroscena del gioco, li trovate sul sito.

Presto pubblicherò un paio di brevi video di gameplay in cui potrete ammirarmi in tutta la mia niubbaggine! Non vedete l’ora eh? 😉